Risanamento delle fognature: cos’è e come si esegue

Se la rete fognaria non funziona correttamente, potrebbero essere necessari interventi di riparazione idraulica. Si tratta di un processo di cura e protezione dei tubi, che riporta l’impianto al normale funzionamento, risolvendo così i problemi creati da un condotto intasato o che perde.

In cosa consiste il risanamento delle tubature?

Quando le fogne di una casa o di un edificio non funzionano correttamente o hanno delle ostruzioni, gli esperti del settore non hanno dubbi: bisogna procedere al risanamento delle tubature.  

Questo capita spesso quando lo scarico del wc non riesce a gestire rapidamente le acque o potrebbero notarsi delle perdite d’acqua lungo i tubi.

Per risolvere questi problemi esistono nuove tecniche che, senza il bisogno di fare scavi, garantiscono l’installazione di nuove tubazioni nel sistema fognario esistente.

In questo modo, non servirà spaccare niente per rimuovere le vecchie tubazioni, ma si andrà a risanarle attraverso l’utilizzo di resine epossidiche o spray, che vanno a “ricoprire” come una calza l’interno dei tubi, tecnica chiamata relining.

Le tecniche di riparazione possono variare da azienda a azienda e possono influire sui costi; pertanto, è sempre meglio chiedere un preventivo per il risanamento delle tubature per evitare spiacevoli sorprese.

Quando eseguire un risanamento delle tubature?

Ci sono vari segnali di allarme a cui prestare attenzione quando si sospetta che il sistema fognario non stia funzionando correttamente.

Alcuni esempi comuni sono:

  • Cattivo odore che persiste nel bagno, soprattutto di notte o durante le stagioni calde. Gli odori provengono generalmente dallo scarico e sono difficili da rimuovere anche con i prodotti per la pulizia della casa
  • Rumori gorgoglianti persistenti vicino alle fogne, che prima non c’erano.

Prima di effettuare il risanamento delle fognature, è importante assicurarsi che la colonna di scarico non sia ostruita. Ad esempio, residui di sapone, capelli o pelle possono creare piccoli blocchi che possono essere rimossi, sia personalmente, sia chiamando tempestivamente un idraulico, ad un costo molto ragionevole!

In generale, la maggior parte degli intasamenti possono essere evitati introducendo solo l’essenziale negli scarichi e si raccomanda vivamente di evitare tutti i tipi di grassi, come gli oli.

Tuttavia, quando la sola pulizia dello scarico non ha i risultati sperati, potrebbero essere necessarie procedure come il risanamento delle fognature. Questa tecnica, conosciuta anche come “no dig”, ha un tempo di elaborazione molto più breve rispetto a un sistema sostitutivo completo e consente all’idraulico di intervenire senza rimuovere il pavimento o scavare.

Quanto costa il risanamento delle fognature?

Il risanamento delle fognature ha costi notevolmente ridotti rispetto ad un completo rifacimento dell’impianto, che potrebbe richiedere lavori di scavo e muratura.

Di solito, viene contattato un esperto qualificato, che effettuerà un’analisi tecnica del risanamento attraverso una videoispezione dei tubi.

Il preventivo può avere un costo variabile, a seconda dello stato dei tubi o del grado di deterioramento del condotto; danni ingenti, logicamente, comporteranno costi più elevati.

In generale, è consigliabile affidare questo intervento ad un’azienda qualificata e con anni di esperienza nel settore, come noi di Idrospurgo.

risanamento fognature

Analisi tecnica risanamento delle fognature

Come già accennato, la prima cosa da fare è un’analisi tecnica accurata della situazione generale. Solitamente si svolge in 4 fasi:

  • Videoispezione: per un’analisi tecnica accurata, prima di tutto si procede con un’ispezione video per capire lo stato dei condotti e calibrare correttamente le fasi successive
  • Pulizia meccanica delle pareti interne (con tecnica Canal Jet) per rimuovere detriti o croste accumulate e garantire una perfetta adesione della resina,
  • Relining vero e proprio: stendere il composto plastico in modo uniforme lungo la superficie interna del tubo, nebulizzare la miscela due volte e lasciarla asciugare
  • Controllo finale con videoispezione.

La fase di controllo finale è fondamentale per garantire la buona riuscita dell’intervento, ma non solo: se la videoipsezione supera tutti i test, viene rilasciato un certificato di qualità e una garanzia per il nuovo tubo.

Top